Istituto Comprensivo Dante Alighieri

Sito istituzionale dell'Istituto Comprensivo Dante Alighieri di Rescaldina


Menu sito:
Salta il menu


Progetti primaria

Sei nella sezione: Scuola primaria

Vai al sotto menu

PROGETTI FORMATIVI REALIZZATI
PER TUTTA LA SCUOLA

La scuola deve essere un Laboratorio più che un auditorio (Claparède)


Progetto Gioco Sport

GIOCO-SPORT (Psicomotricità)


Il corpo “racconta”… la storia delle mie emozioni, dei miei desideri, delle mie fantasie, del mio stare con gli altri amici.
La Psicomotricità favorisce il processo di maturazione del bambino e la costruzione della sua identità, partendo da un’esperienza corporea globale, in cui sperimenta il piacere di essere protagonista della realtà. Il laboratorio dà spazio, attraverso il gioco, all’espressività globale del bambino. Diventa un momento privilegiato nel quale si imparano a conoscere e a gestire le proprie emozioni. Le esperienze di gioco aiutano il bambino ad accrescere il senso di appartenenza al gruppo e a rinforzare la propria individualità.
Per la realizzazione del progetto ci si avvale della collaborazione della cooperativa TRE EFFE.

Destinatari
I bambini che frequentano le classi prime e seconde.

Progetto Ti racconto...mi racconto

“Ti racconto.....mi racconto”


Riconoscere nell’incontro con l’altro il valore della diversità, la ricchezza delle differenze.
Il progetto nasce dal desiderio di rendere consapevoli e fornire, in prima istanza agli alunni strumenti quali valori, regole, bisogni e sentimenti utili a migliorare nella differenza lo scambio interculturale.

Destinatari
I bambini e i genitori della scuola primaria.

Progetto Festa del libro

Festa del libro


Tra le mani tanti libri… chi lo dice che siamo pigri? Una festa lunga un mese, tra le
strade del paese
La manifestazione, che avrà come tema “tra terra e cielo”, coinvolgerà l’intero
territorio locale, si svolgerà in primavera e comprenderà diverse iniziative.

Progetto DSA-ADHD

DSA e ADHD: problema o risorsa?


Progetto di collaborazione tra scuola e nucleo operativo territoriale N.P.I.A.
Il progetto si propone di creare momenti di riflessione per elaborare progetti condivisi capaci di migliorare la qualità dell’offerta formativa, dove sia manifesta l’attenzione al benessere e al successo formativo di alunni, insegnanti e genitori.

OBIETTIVI:
1. Valorizzare le potenzialità di tutti i componenti della realtà scolastica territoriale: insegnanti, alunni, genitori, specialisti, esperti, educatori, operatori scolastici e sociali
2. Realizzare alcuni percorsi operativi mirati alla presa in carico di alcune situazioni di alunni con DSA;
3. Raccogliere e presentare materiale operativo e compensativo per interventi formativo-didattici, a disposizione dei docenti e promuovere interventi di formazione;
4. Programmare interventi su alunni con DSA con i docenti di classe;
5. Promuovere incontri con specialisti esperti e/o figure di riferimento sul territorio per coltivare possibili collaborazioni;
6. Sostenere e promuovere iniziative con i genitori per favorire un maggiore coinvolgimento, un più forte senso di appartenenza alla nostra realtà scolastica; costruire insieme dei percorsi di formazione;
7. Costituire piccoli gruppi con alunni con DSA per realizzare dei percorsi personalizzati concordati con operatori territoriali della N.P.I.A.

PROGETTI FORMATIVI REALIZZATI PER ALCUNE CLASSI



Tra terra e cielo


Il progetto che coinvolge tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio, sarà il filo conduttore di molteplici progetti, laboratori e attività attuati durante l'anno scolastico dalle diverse classi. Il bambino esplora la realtà osservando i fenomeni naturali e gli organismi viventi. Organizza le sue esperienze attraverso attività ludiche, creative, manipolative, progettuali. Verranno effettuate uscite didattiche relative alla tematica. Tutto ciò permetterà agli alunni di guardare sempre meglio i fatti del mondo, confrontando le proprie idee con le idee proposte dagli adulti e dagli altri bambini.

Progetto teatro

Teatro


“Un bambino creativo è un bambino felice.” (Munari)

L'esperienza teatrale e il percorso teatrale pedagogico-terapeutico offrono un sostegno al processo di crescita dando risposta a quei bisogni fondamentali che, se soddisfatti, portano il bambino a stare bene con se stesso e con gli altri.
- integrazione delle differenze
- ristrutturazione della percezione del gruppo
- sviluppo delle capacità creative, espressive, motorie e di concentrazione
- trasformazione dei comportamenti.

Per la realizzazione del progetto ci si avvale della collaborazione delle cooperative TRE EFFE e IMPRONTE.

Destinatari
Gli alunni delle classi II, III, IV, V

Progetto musica

Musica - Teatro del ritmo

Rendere visibile la musica con la voce, con il corpo, con strumenti e oggetti
Giocare con la musica utilizzando la voce e i suoni del corpo, gli strumenti e gli oggetti quotidiani. Suono, movimento, spazi e materiali disegnano la scena di un gioco creativo in cui il ritmo è reso visibile ed è capace di dar forma a quadri astratti o di raccontare storie.
Per la realizzazione del progetto ci si avvale della collaborazione di Laura Sada.

FINALITA’:
- Promuovere, attraverso l’esperienza musicale,la scoperta delle proprie potenzialità espressive
- Sviluppare la creatività di ciascuno in funzione della cooperazione ed interazione con il gruppo
OBIETTIVI:
- Scoprire le modalità per creare suoni con il corpo ,oggetti e strumenti musicali
- Conoscere codice del linguaggio musicale(pentagramma,note,ritmo melodia…)
- Eseguire canti e brani musicali individualmente o in gruppo utilizzando la voce, i suoni del corpo, oggetti d’uso quotidiano o strumenti(flauto dolce)

Destinatari
I bambini delle classi IV, V.

Progetto atletica

Progetto GIOCO-SPORT (atletica)


Crescono le abilità motorie e la capacità di giocare con gli altri (III-IV-V)
Il fine che si assegna al progetto è di favorire uno sviluppo completo del bambino. Gli ambiti in cui ci si propone di intervenire sono:

AFFETTIVO:
- relazione con il gruppo (socializzazione)
- sviluppo dell'io (Autostima)
- rispetto delle regole

MOTORIO:
- sviluppo della motricità
Capacità di base
Qualità coordinative
Qualità condizionali

COGNITIVO:
- sviluppo delle capacità di apprendimento
- conoscenza del proprio corpo (rappresentazione mentale)

Attraverso esercizi appropriati, principalmente giochi, si ricercherà uno sviluppo delle capacità del bambino di relazionarsi con i compagni. Inoltre, attraverso il gioco, il bambino può svolgere la propria personalità per realizzare il suo "io", raggiungendo:
- una migliore conoscenza ed accettazione di sé
- un migliore accomodamento del modo di essere
- una vera autonomia e l'accesso alla responsabilità nella vita sociale

Il progetto Giocatletica privilegia l'esperienza vissuta dal bambino.
Gli apprendimenti saranno determinati da ciò che si è vissuto e dal modo in cui lo si è vissuto. I bambini si dovranno destreggiare in situazioni nuove attraverso l'esplorazione e l'esperienza personale. Gli esercizi di coordinazione globale permetteranno loro di variare le loro capacità di coordinazione e di migliorarle attraverso i tentativi successivi.
Un ulteriore obiettivo del progetto è dare al fanciullo una "immagine del corpo" operativa, che non si riduca ad una conoscenza intellettuale del proprio corpo.

Per la realizzazione del progetto ci si avvale della collaborazione di Andrea Calandrina.

Destinatari
Gli alunni delle classi terze, quarte e quinte

Progetto raccordo

Raccordo


Lavoro insieme ai ragazzi della scuola dell’infanzia e della scuola secondaria di primo
grado per condividere le esperienze

Il progetto raccordo nasce dalla necessità di facilitare il passaggio degli alunni tra i diversi ordini scolastici: scuola dell’infanzia – scuola primaria – scuola secondaria di primo grado in un’ottica di continuità educativa.
Le finalità sono:
- la costruzione dell’identità, dell’autonomia e della competenza, dell’iniziativa, dell’autodecisione e della responsabilità personale degli alunni.

Destinatari
Gli alunni delle classi quinte

Progetto educazione stradale

Educazione stradale


Conosco la strada, i suoi pericoli e le sue norme e imparo a rispettarla
Il progetto coinvolge alunni di tutte le classi ed è realizzato in collaborazione con la Polizia locale.
Le finalità sono:
• Familiarizzare con la figura e il ruolo del vigile urbano
• Prendere coscienza delle principali norme del Codice della strada
• Riconoscere e attuare comportamenti corretti in qualità di pedone, ciclista, e come passeggero su veicoli pubblici e privati.

Destinatari
Gli alunni di tutte le classi

Progetto mangiar sano

Mangiar sano


Buono da pensare … buono da mangiare

Una alimentazione corretta aiuta i bambini aiuta a crescere in modo equilibrato ed armonico e consente loro di prevenire ed evitare problemi assai comuni durante lo sviluppo corporeo.
Obiettivi:
• Promuovere fin dall’infanzia sane abitudini alimentari quali fattori di prevenzione di patologie cronico-degenerative
• Promuovere nei bambini il concetto dello “star bene” anche attraverso l’acquisizione di elementari principi di nutrizione

Destinatari
Gli alunni delle classi IV.

Progetto testi alternativi

Testi alternativi


I libri custodi speciali di piacere, di stupore, di curiosità.
Alcune classi utilizzano i libri della biblioteca alternativa per:
- Incentivare tra gli alunni il piacere e il gusto dei leggere e stimolare l'approccio individuale alla lettura.
- Permettere loro di operare scelte secondo i propri gusti, interessi e capacita.
- Rispettare le diverse competenze linguistiche e i diversi livelli di comprensione.
- Far conseguire la capacita di usare in modo sempre piu significativo il codice verbale come strumento che favorisca l'accesso ad altri codici (iconico, mimicogestuale, espressivo..).
- Acquisire conoscenze riguardanti aspetti fondamentali sia dei mondo fisico, sia dei mondo biologico, considerati nelle loro reciproche relazioni e nel loro rapporto con l'uomo e sviluppare nei fanciulli il passaggio dalla cultura vissuta alla cultura come ricostruzione intellettuale.
- Promuovere un primo livello di alfabetizzazione intesa come acquisizione critica dei linguaggi non verbali.
- Incentivare la maturazione dei gusto estetico in modo da rendere sempre piu ricca la comprensione dei messaggio dell'opera d'arte.
- Integrare la comprensione di altre culture, di altri popoli.
- Sviluppare la sensibilita e promuovere la ricerca verso temi riguardanti l'educazione alla Pace.

L'uso sistematico ed indispensabile dei testi alternativi per l'acquisizione degli obiettivi di storia, geografia, scienze e motivato dal tipo di metodologia adottato dalle insegnanti.
Il metodo della ricerca, che si articola nella formulazione di ipotesi e nella verifica attraverso la consultazione di piu testi e documenti, necessita, infatti, di una pluralita di libri che possano fornire una maggiore possibilita di analisi, di confronto e quindi di generalizzazione delle risposte ai problemi affrontati. Inoltre la possibilita di utilizzare piu testi contenenti documenti iconografici e scritti, introduce al metodo proprio degli studiosi" (storici, geografi, scienziati). A tal fine la scuola terra conto anche dell'evoluzione dei linguaggi dei nuovi media interattivi, proponendo forme
alternative "gdi lettura" dei testi e delle immagini, attraverso l'uso di Cd Rom relativi alle diverse discipline.

Destinatari
I bambini delle classi seconde, terze, quarte.

Progetto campagna antifumo

Campagna anti-fumo


Incontro con l’esperto della lega italiana tumori al fine di sensibilizzare gli alunni sui rischi del fumo.

Destinatari
I bambini delle classi quinte.

Progetto orto: magia tra terra e cielo

"L’orto: magia....tra terra e cielo"


Educazione alla tutela ambientale, ma anche aggregazione e divertimento, sono al centro di questo progetto didattico multidisciplinare, in cui l’orto diventa lo strumento per le attività di educazione ambientale, ma anche per quelle di educazione alimentare.
L’obiettivo è quello di aiutare i piccoli a trasformarsi in coproduttori e consumatori consapevoli, educandoli allo sviluppo sostenibile e al consumo consapevole.
L'orto diventa un laboratorio all'aperto dove i ragazzi scoprono la cultura della terra e confrontano scienza e tradizione.
Esiste una contemporaneità fra i fenomeni vegetali e i ritmi della luna in rapporto al momento della semina. Nella sua rivoluzione attorno alla Terra, la Luna appare come segno e mediatrice di forze cosmiche lontane. Il fenomeno è di grandissima importanza in agricoltura, soprattutto nella produzione di sementi, e nell'allevamento.

Progetto Un cane per amico

Un cane per amico


Un’esperienza che favorisce la relazione e l’interazione tra i bambini: attraverso attività ludico didattiche si impara a conoscere il cane, si incentiva il senso di responsabilità e accudimento e si sviluppa una corretta interazione tra il bambino e l’animale. Si favorisce così l’interazione di gruppo tra gli alunni e l’analisi e la comunicazione delle sensazioni e delle emozioni.

Progetto Lupus in fabula

Lupus in fabula


Progetto di comunicazione sociale rivolto ai bambini delle classi III, IV e V elementare, ai loro insegnanti e genitori: volto ad avviare un profondo lavoro di informazione e prevenzione sulla problematica dell’abuso e del maltrattamento a danno di minori; ideato per creare una circolarità di linguaggio sul trema tra i diversi destinatari; pensato con parole idonee ai bambini e studiate in modo da non allarmarli; finalizzato ad offrire ai bambini una sorta di manuale dei loro diritti ed un metro con cui leggere i comportamenti degli adulti; voluto per promuovere il Ben Trattamento nell’infanzia;

Progetto  imparare un nuovo sport

Imparare un nuovo sport


L'obiettivo principale di questo progetto è dare la possibilità agli alunni di conoscere ed apprezzare sport diversi da quelli che sono abituati a vedere e a praticare dando loro un nuovo strumento di gioco e di crescita sociale e motoria. Questi sport di squadra hanno come principio ispiratore il rispetto dei compagni ed avversari perchè escludono ogni ricerca di competizione e mette i ragazzi nella condizione di adattare la propria condotta di gioco alla situazione in cui si trova.

PROGETTI di SOLIDARIETA’


Progetto Allelujia

PROGETTO ALLELUYA


“Per regalare un sogno a tutti questi bambini che anche se hanno i vestiti a brandelli e sporchi, magari a pancia vuota, continuano a sorridere e a credere che la vita è bella. Sempre, comunque e nonostante tutto.”
(Rita Milesi)

Insieme collaboriamo con Rita Milesi, che da anni opera in Malawi, ad un progetto che non ci permette certo di fare grandi cose o grandi opere, ma senz’altro di seminare un po’ di speranza, per regalare qualche possibilità in più a chi di possibilità non ne ha.
Durante il periodo natalizio tutta la scuola si attiva per realizzare manufatti da vendere in un mercatino il cui ricavato viene devoluto all’associazione per rispondere ad alcuni bisogni primari dell’orfanotrofio e per sostenere adozione a distanza.

Progetto Naso rosso

PROGETTO NASO ROSSO


“Una vita sola, ma giusta…” (Miloud Oukili)

Il progetto ha la finalità di far conoscere alle diverse componenti scolastiche (alunni, insegnanti, genitori) l’esperienza di Miloud e dei ragazzi di Bucarest per scoprire insieme, al di là delle apparenze, l’essenzialità ed il valore di ogni persona. I nostri bambini di prima durante l’anno scolastico hanno occasione di incontrare alcuni ragazzi di Bucarest, che vengono in Italia quali ambasciatori dei diritti dell’infanzia negata, per testimoniare attraverso laboratori che un “Naso rosso” può cambiare il mondo.

Progetto counseling

PROGETTO COUNSELING


I docenti, nei team o per singole classi, si incontrano con la Dottoressa Laura Giuliani, psicologa dell’età evolutiva, per apprendere le pratiche educative relative alla “comunicazione efficace” finalizzate allo “star bene a scuola” degli alunni.

Progetto A passo di bambino

PROGETTO A PASSO DI BAMBINO


Gli insegnanti delle classi prime, con la supervisione della Dottoressa Giuliani, svolgono attività mirate ad individuare i prerequisiti degli alunni e programmare percorsi didattici e interventi graduati sulla base dei dati emersi. Finalità è quella di costruire un processo di apprendimento che possa condurre al successo scolastico.

Progetto spiazio ascolto genitori

PROGETTO SPAZIO-ASCOLTO GENITORI


La scuola offre ai genitori che lo desiderano uno spazio di ascolto e di confronto con la Dottoressa Giuliani, esperta in dinamiche relazionali ed educative.

Progetto Spazio ascolto bambini

PROGETTO SPAZIO-ASCOLTO BAMBINI


La scuola offre ai bambini che desiderano trovare uno spazio di ascolto, uno sportello, tenuto dalla Dottoressa Giuliani, esperta in dinamiche relazionali ed educative, dove condividere modalità e strategie per meglio gestire le piccole difficoltà che accompagnano le varie età.

Progetto Spettacoli

SPETTACOLI


La scuola promuove e sostiene la partecipazione a spettacoli teatrali perché considera il teatro “luogo privilegiato d’incontro con l’altro”, dove l’altro può essere vissuto anche in dimensione fantastica.
Per i bambini è un’esperienza molto coinvolgente, poco diffusa nella pratica famigliare, diventa pertanto un’occasione di crescita personale e sociale, vissuta nel contesto scolastico.
Che cosa ha di speciale il teatro?
Nel teatro gli attori sono in scena in carne e ossa, il pubblico sente la loro presenza.
Tra pubblico e attori si stabilisce perciò un rapporto reciproco, come non può avvenire né per la televisione, né per il cinema.
Il teatro:
- affina il gusto estetico;
- stimola l’ascolto attivo;
- esige il rispetto di regole di comportamento comuni;
- trasmette valori culturali all’interno di un percorso fantastico;
- legittima il diritto al piacere e al divertimento.

Progetto Visite didattiche

VISITE D'ISTRUZIONE


Le visite d'istruzione scolastiche non sono fini a se stesse, ma vengono scelte dagli insegnanti, sulla base del programma annuale, delle esigenze, degli interessi e delle età dei ragazzi.
Sono utilizzate come spunto per il proseguimento e approfondimento delle attività o come ampliamento dell’offerta formativa.
Le gite favoriscono un apprendimento attivo, perché stimolano la curiosità, arricchiscono culturalmente, consentono a tutti, insegnanti e alunni, di avere una migliore conoscenza degli ambienti, delle loro storie, delle loro ricchezze, permettono di servirsi del territorio e delle sue risorse.

I bambini imparano a muoversi con una certa autonomia, nel rispetto delle regole comuni, a vedere, ad esplorare, a stare insieme con i compagni, a condividere riflessioni e impressioni.



Per comunicare con il webmaster | info@alighierirescaldina.it

Torna ai contenuti | Torna al menu